5 COSE DA SAPERE SUL MICROLEARNING

5 COSE DA SAPERE SUL MICROLEARNING

Nel 1880 lo psicologo Hermann Ebbinghaus sviluppò la “curva dell’oblio”. Stimò che il 50% delle informazioni a cui una persona è esposta vengono dimenticate nell’arco di una giornata e il 90% nel giro di un mese. Tutto ciò non è un gran che quando si vogliono apprendere cose nuove.

Se un’informazione viene ritenuta utile e rilevante allora questo aiuta la memoria. Se si riesce a vedere il perchè serve ricordare una determinata cosa allora ci saranno più possibilità di memorizzarla. 

Eppure la teoria prevede che molte informazioni siano dimenticate molto velocemente, a meno che…

Repetita iuvant 

Un apprendimento costante e ripetuto è il miglior modo per aumentare le possibilità di ricordare qualcosa. L’ideale per memorizzare un’informazione è riprenderla nelle successive 24 ore dal primo apprendimento.

Se la lezione dura più di un’ora, come sarà possibile avere il tempo (o la voglia) di rivederla?

Se invece si tratta di un corso di microlearning di 10 minuti sarà più facile.

L’apprendimento rilevante si memorizza più facilmente

Ebbinghaus ha teorizzato inoltre che le informazioni vengono ricordate più facilmente se sono rilevanti. Questo vuol dire che gli utenti devono capire perchè stanno prendendo parte alla formazione e gli stessi contenuti di formazione devono essere chiari. 

Un corso di 10 minuti con un learner journey semplice che identifichi chiaramente il comportamento desiderato è più efficace.

Il microlearning deve essere fin da subito breve 

Il microlearning non significa ridurre in piccoli pezzettini dei contenuti esistenti e poi raggrupparli tutti insieme. La lunghezza rimarrà la stessa! Il miglior modo è quello di utilizzare un corso nato di breve durata. 

Il design conta almeno tanto quanto il contenuto e il format 

Il catalogo Off-The-Shelf di Thrive è realizzato ponendo al centro l’engagement dello studente e allo stesso tempo il cambiamento che si vuol vedere negli utenti. 

In poche parole, se non coinvolge, non funziona…

Il microlearning incoraggia la formazione continua 

L’apprendimento costante è necessario al giorno d’oggi. Lo facciamo già giorno per giorno. Se vuoi imparare qualcosa, vai su google e ti aspetti una risposta immediata. Il microlearning permette di imparare concetti essenziali senza interrompere il flusso di lavoro e  incontrando le aspettative di risposte brevi e veloci degli utenti.

Con il microlearning disponibile su diversi device, il learner può apprendere praticamente ovunque. Dieci minuti liberi in metro? Perchè non fare un corso Off-The-Shelf sul wellbeing. Sei in attesa che un meeting inizi? Ricaricati con un corso sulla leadership.

Le basi del microlearning nella teoria dell’apprendimento mostrano perché è così utile. Consente agli studenti di adattare il loro apprendimento alle loro vite moderne, incoraggiandoli a tornare per saperne di più. 

Cosa si può chiedere di più? Scopri di persona come potrebbe funzionare il microlearning nella tua organizzazione visualizzando oggi in anteprima questi moduli online gratuiti.