4 IDEE PER INCENTIVARE LA FORMAZIONE NEL FLOW OF WORK

4 IDEE PER INCENTIVARE LA FORMAZIONE NEL “FLOW OF WORK”

Nell’ultimo decennio, l’innovazione tecnologica ha ridotto la durata della validità delle  competenze professionali. è stato dimostrato che le capacità di pensiero critico, le skills di collaborazione e comunicazione durano cinque anni, mentre le competenze tecniche diventano obsolete ancora più velocemente. La pandemia ha accelerato questa tendenza infatti, ben 375 milioni di lavoratori (14% della forza lavoro globale) avranno bisogno di nuove competenze entro il 2030.

Dalle statistiche emerge uno scenario chiarissimo: migliorare le competenze dei team aziendali è fondamentale.

Accettare questo fatto non basta. Per rimanere competitivi, l’apprendimento deve essere integrato con il lavoro. È necessario fornire agli utenti la possibilità di apprendere nel flusso di lavoro (“in the flow of work”), nel momento esatto in cui devono rispondere a una domanda o sviluppare una nuova competenza.

Ecco 4 idee per iniziare a incorporare l’apprendimento nel flow of work all’interno della tua azienda.

1. Stabilire regole per rafforzare l’apprendimento sul lavoro

L’apprendimento è ormai parte del lavoro di tutti. Non si conosce un termine? Si vuole avere un’informazione? Una veloce ricerca su Google ed ecco che si sa una cosa in più.

Per questo è importante che i manager si sentano a proprio agio nel dedicare del tempo al proprio apprendimento e che incoraggino gli altri a fare lo stesso.

Inizialmente potrebbe richiedere del tempo ma a lungo andare potrebbe sorprendere come apprendere nuove skills non solo aiuta a raggiungere più facilmente i propri obiettivi ma può essere anche divertente!

Ecco alcuni modi con cui i manager possono incentivare l’apprendimento sul lavoro.

  • Aiutando il proprio team a navigare e conoscere le risorse disponibili per l’apprendimento.
  • Incentivando l’apprendimento continuo: consentendo ai dipendenti di scegliere come e quando accedere alle nuove informazioni, fornendo corsi online, incoraggiando i dipendenti esperti a condividere le loro competenze attraverso l’apprendimento tra pari.
  • Conoscendo tutti i tool a disposizione. C’è una piattaforma a disposizione’ Ci sono dei corsi? Sono organizzate alcune classi virtuali o in presenza? 

>> Scopri la piattaforma LXP di THRIVE! Questa innovativa piattaforma è in grado di individuare modelli e tendenze, fornendo consigli personalizzati agli utenti per aiutarli a sviluppare le loro conoscenze. E molto di più! 

2. Allineare l’apprendimento con gli obiettivi di performance

Oltre a favorire l’apprendimento nelle routine quotidiana dei team, rendere l’apprendimento un argomento di conversazione risulta essere incredibilmente motivante soprattutto ascoltare i risultati e le sfide di apprendimento dei colleghi. Queste conversazioni danno feedback continui su quali competenze possiedono e quali sono importanti per i team per crescere e quali opportunità o nuovi progetti potrebbero essere sviluppati. Ecco alcune idee per l’apprendimento delle competenze trasversali che sono rilevanti per tutto il ciclo di vita dei dipendenti.

  • Change maker: nell’ambiente di lavoro serve qualcuno che agevoli il cambiamento. Puoi aiutare il tuo team a sviluppare l’agilità di cambiamento attraverso workshop dedicati. 
  • Laboratori per manager: crea esperienze di social learning in modo che i manager possano condividere approfondimenti e competenze. Consenti ai partecipanti di selezionare gli argomenti e di condurre queste sessioni da soli. Questo può dare voce a idee che potrebbero non aver trovato in precedenza il forum adeguato.
  • Coaching: quasi la metà, il 49% dei lavoratori, desidera più coaching dai propri manager. Il modello GROW è un modo semplice per inquadrare le conversazioni di coaching chiedendo agli utenti :

G – Quali sono i tuoi obiettivi?

R – Qual è la tua realtà in relazione ai tuoi obiettivi?

O – Che opzioni hai, data la tua realtà?

W – In quali azioni specifiche ti impegnerai?

3) Ridurre l’apprendimento programmato e occasionale 

Il tradizionale approccio all’apprendimento sul posto di lavoro è tendenzialmente programmato. Vi è un programma prestabilito, rivolto ad uno specifico gruppo, attraverso moduli di formazione specifici. Questo metodo non solo scoraggia l’apprendimento rendendolo a volte noioso ma soprattutto sta diventando sempre più impraticabile in quanto i dipendenti sono distribuiti in tutto il mondo e hanno necessità di apprendimento diverse.

Un approccio misto è più indicato per far fronte a questi cambiamenti. Fornire agli utenti occasioni online e offline di formazione favorisce l’apprendimento continuo e il confronto/arricchimento tra pari.  

4) Creare il tempo e lo spazio per l’apprendimento sul posto di lavoro

L’accesso autonomo all’apprendimento è fondamentale, ma non è sufficiente. Gli utenti devono avere il tempo e lo spazio per imparare. Infatti, il 54% dei dipendenti afferma che sarebbero più motivati ad imparare se avessero più tempo.

Un modo potrebbe essere creando in ufficio uno spazio di apprendimento dedicato, in in cui gli utenti possono accedere alla formazione (autonomamente o in team) senza interruzioni di riunioni o telefonate. 

Aiuta i team e i manager ad affrontare le sfide future con la giusta formazione.